Il TG dei Migranti

Due anni fa un gruppo di stranieri che abitano a Cagliari che non si conoscevano si sono incontrati per la prima riunione di redazione del progetto Nois Il tg dei migranti. Hanno storie e provenienze diverse, l’unica lingua che condividono è l’italiano, ma sono tutti disposti ad impegnarsi per mostrare al mondo un punto di vista differente.

Nois è un progetto pensato come un notiziario dei migranti per i migranti che, attraveso il finaziamento del bando Migrarti, ha divulgato notizie e informazioni utili per l’accesso ai servizi, la formazione e l’integrazione, con lo sguardo sempre rivolto ai fatti che coinvolgono i paesi d’origine dei partecipanti.

Una redazione composta da immigrati con storie e culture diverse ha divulgato, grazie al sostegno di Eja tv e Sardegna Teatro, notizie su diverse tematiche: dai servizi dedicati alla persona agli approfondimenti culturali, passando per letteratura e cinema in lingua originale. L’intento è sempre stato quello di attivare ponti tra le culture attraverso la lingua, la conoscenza e l’interazione delle comunità coinvolte.

Nella conduzione del Tg e nella realizzazione dei servizi sono stati coinvolti nei due anni Nadine Naserredine (Libano), Rana Jammoul (Libano), Dasha Kuznetsova (Russia), Mariya Stepaniuk (Ucraina), Kilap Gueye (Senegal), Latif Yacoubou (Benin), Young Lou (Cina), Mandeep Kaur (India) coordinati da giornalisti locali.

Nessuno tranne Nadine (giornalista libanese) aveva mai avuto esperienze giornalistiche, ma tutti hanno voglia di imparare e di mettersi in gioco. Nasce così il primo gruppo redazionale di Nois, il Tg dei migranti, una voce nuova e differente.

Attraverso Nois abbiamo conosciuto meglio la nostra città e i cittadini che la abitano. Abbiamo viaggiato nelle tradizioni del mondo tra cucina, abiti, balli e musica. Abbiamo partecipato ad eventi, manifestazioni, incontri e concerti. Siamo stati contattati da tantissime persone di tutte le nazionalità, abbiamo partecipato a trasmissioni radiofoniche, la Reuters Foundation ci ha dedicato un mini documentario e la nostra pagina facebook è seguita da tutto il mondo.

In questi 2 anni alcuni dei nostri redattori hanno abbandonato, altri si sono trasferiti, ma quello che rimane sono le relazioni profonde che si sono create tra i partecipanti a questo progetto. Nois rappresenta in piccolo un mondo ideale, dove la diversità è ricchezza, e dove le persone crescono e imparano confrontandosi.
Il documentario racconterà questa storia iniziata con un gruppo di sconosciuti, che ha creato una famiglia allargata e multietnica.